Dalla C alla Q, un evento per volta: Event Sourcing per immagini

Conference

bigdata (Big) Data

Room B1

Saturday from 12:20 til 13:10

L’Event Sourcing sta prendendo piede come approccio alla persistenza, in applicazioni scalabili e architetture a micro-servizi. Si tratta di un argomento relativamente immaturo per il quale non abbiamo ancora molti design-pattern globalmente accettati. Ciononostante, la maggioranza delle spiegazioni e implementazioni utilizzano un approccio basato sul Domain Driven Design. Questa presentazione vuole descrivere le basi dell’Event Sourcing e del CQRS senza partire dall’assunto di una particolare implementazione, per permettere di scegliere l’approccio più adatto al proprio caso. Si tratta di un percorso, illustrato con semplici schizzi. Dalla persistenza relazionale e transazionale, attraverso i problemi che insorgono quando dobbiamo scalare la nostra applicazione e spostarci verso sistemi distribuiti e asincroni, come accade spesso nei micro-servizi. Come superare queste limitazioni con il Command Sourcing, perché dobbiamo separare scritture e letture tramite CQRS, e come sopravvivere in un mondo “eventualmente consistente” Il percorso termina con pro e contro, ma soprattutto con alcune lezioni imparate a caro prezzo in progetti reali.

Lorenzo Nicora Lorenzo Nicora

Lorenzo Nicora has been creating cloud-native and distributed applications before the term “microservices” became popular. He joined OpenCredo, a London-based software delivery consultancy, in 2015, and currently specialises in delivering event-driven architectures, distributed and scalable system, big-data and event sourcing persistence.